PENSIONI: Esito 3° incontro OO.SS. con l'Amministrazione

Il giorno 15 marzo si è tenuto un nuovo incontro sul regolamento concernente le misure di armonizzazione per l'accesso al trattamento previdenziale per gli Appartenenti alla Polizia di Stato, previsto dall’art. 24 comma 18 del D.L. 201/2011. In allegato la tabella provvisoria delle ipotesi in discussione. (...)

L'incontro è stato presieduto dal Vice Capo della Polizia, Prefetto Basilone, con la partecipazione del Direttore dell’Ufficio per le Relazioni Sindacali, del Direttore dell’Ufficio Pensioni e Previdenza e dei rappresentanti dell'Ufficio Legislativo del Dipartimento.
Il Vice Capo della Polizia, ha informato le OO.SS. circa le posizione espresse dal Dipartimento della P.S. nel corso dell’ultimo incontro tecnico che si è svolto con i rappresentanti del Ministero del Lavoro e del Ministero dell’Economia e Finanze.
L'incontro anche in questa circostanza ha avuto una natura assolutamente interlocutoria e priva di qualsivoglia formale progetto.
Il SIAP, il SILP CGIL, il COISP e l'ANFP, hanno evidenziato positivamente l’annunciata scelta del Governo di incontrare chi rappresenta i Poliziotti, arrivata dopo le molteplici sollecitazioni, sottolineando nel contempo l’auspicio che si tratti di un incontro concertativo e non meramente informativo.
Nel corso dell’incontro le scriventi OO.SS. hanno chiesto l’immediata apertura presso il Ministero della Funzione Pubblica di un concreto e reale confronto sulla realizzazione della previdenza complementare, altrettanto hanno ribadito la necessità di avviare in sede politica la predisposizione di una Legge Delega per il riordino delle carriere; hanno altresì sottolineato che non si accontenteranno di una apertura strumentale del confronto, tesa esclusivamente a guadagnare tempo e/o distrarci dalla difesa del sistema previdenziale dei Poliziotti.
Riteniamo indispensabile a questo punto specificare nella sottostante tabella, la posizione rappresentata dal Dipartimento della P.S. rispetto all’armonizzazione del sistema previdenziale.

Tabella delle ipotesi:

PENSIONE DI VECCHIAIA

Qualifica/Ruolo Età necessaria dal 2013 al 2017 Età necessaria dall’1.01.2018 Età necessaria dall’1.01.2021 Età necessaria dall’1.01.2038
Dirigente Generale 65 65 65 65
Dirigente Superiore 63 64 65 65
Primo Dirigente 60 62 63 63
Direttivi 60 62 63 63
Ispettori-Sovrintendenti Assistenti - Agenti 60 60 61 62

PENSIONE ANTICIPATA PER TUTTI I RUOLI DELLA POLIZIA DI STATO

Requisiti per il 2012 Requisiti dall’1.01.2013 Requisiti dall’1.01.2018 Requisiti dall’1.01.2021
40 anni di contributi 41 anni di contributi 42 anni di contributi 42 anni di contributi + speranza di vita
57 anni di età +35 di contributi 58 anni di età + 36 anni di contributi 58 anni di età +37 anni di contributi 58 anni di età +37 anni di contributi + speranza di vita
53 anni di età + massima anzianità contributiva Salvo coloro che hanno maturato al 31.12.2011 la massima anzianità contributiva che manterranno il diritto ad accedere al trattamento previdenziale

Il SIAP, il SILP CGIL, il COISP e l'ANFP hanno fermamente sottolineato la contrarietà a qualsiasi penalizzazione degli istituti previdenziali attualmente in vigore in ragione del riconoscimento della specificità, ribadita anche nel corso dell'incontro per la manovra con il Presidente Monti, poi riconfermata dalla norma finanziaria ed hanno confermato, in attesa dell’incontro con il Governo, lo stato di agitazione del personale della Polizia di Stato che potrebbe proseguire con ulteriori momenti di mobilitazione, dopo la manifestazione che si è svolta il 19 marzo 2012 dinanzi a tutte le Prefetture d’Italia e presso il Ministero del Lavoro ed il Ministero dell’Economia.

Roma, 20 marzo 2012


Scarica le risorse allegate


Pubblicato martedì 20 marzo 2012 alle ore 13:16.
Ultima modifica mercoledì 12 settembre 2012 alle ore 16:35.
© Riproduzione riservata